Ministero della pubblica amministrazione

logo

Sezioni

Area Studenti e Famiglie

Orientamento in entrata

Open Day

Area Docenti e ATA Sportelli didattici
Emergenza Coronavirus Sicurezza a scuola

Durante la catalogazione degli strumenti di Fisica conservati  nel Museo del nostro Liceo prevista dal percorso PCTO “ Lab2Go Musei scientifici” , un gruppo di studenti e studentesse guidati dal Ricercatore dell’Università di Roma “La Sapienza” Dott. Alexandru Tudorache e dal Tutor Intermediatore Prof.ssa M.C. Pizzichini, ha rivenuto uno “strano” strumento che ha suscitato subito molta curiosità. Esso è stato riconosciuto come un “cronoscopio”, ispirato al modello del cronoscopio di Matthias Hipp e da diversi indizi si presume che sia stato costruito qui a scuola, verso il 1943, assemblando artigianalmente le diverse parti.

A cosa serve il “Cronoscopio di Hipp”? A misurare intervalli di tempo su una scala di grandezza che raggiunge il millisecondo. E’ dunque uno strumento di altissima precisione che evidentemente è stato utilizzato nel Laboratorio della scuola durante gli esperimenti di Fisica. Il gruppo del PCTO ha ulteriormente indagato ed ha scoperto che un analogo strumento si trova nel Laboratorio di Fisica del Liceo Alberelli Pilo di Roma. A questo punto la ricerca si è fatta ancora più appassionante: l’ipotesi è che il costruttore del “nostro” cronoscopio sia il medesimo del secondo e che costui l’abbia costruito a distanza di un anno dall’altro, forse dopo un trasferimento da un Liceo all’altro. Chi è l’artefice? Un tecnico di laboratorio? Oppure un professore di fisica? O un ingegnere docente di fisica? Ancora non lo sappiamo. Sicuramente un esperto di Fisica che si è trovato a lavorare in entrambi i licei romani. Si potrebbe documentare l’ipotesi indagando nell’archivio storico del Giulio Cesare che potrebbe fornire le risposte che cerchiamo …chissà, forse lo scopriremo l’anno prossimo attraverso un nuovo Percorso PCTO.

Si tratta quindi di un recupero davvero interessante di cui i nostri studenti e studentesse del PCTO sono stati protagonisti. Lo strumento artigianale è stato da loro osservato e studiato anche sotto gli occhi attenti del tecnico del Laboratorio di Fisica del Liceo dove attualmente il “cronoscopio” è custodito.

La sua storia è da loro raccontata in un Poster ricco di foto, riferimenti tecnici e storici, al fine di far conoscere e di valorizzare uno dei moltissimi strumenti che costituiscono la collezione del Museo di Fisica del Liceo Giulio Cesare, collocata nelle storiche vetrine al secondo piano davanti alle quali passiamo distrattamente tutti i giorni.

Il Poster verrà presentato il 9 giugno 2022 nell’Aula Magna dell’Università “ La Sapienza” di Roma. Un grazie agli studenti ed alle studentesse del Percorso PCTO che vogliamo citare di seguito:

1 E Damiani Emma, Falivene Flavia

1 F Di Renzi Daniele, Taragoni Luca

1 I Di Tucci Miriam

2A Barriciello Valeria, Scarfò Lavinia

2D Antei Alessandra, Ciatti Giulio, De Risi Maggi Alessandro, Pagniello Luca, Pesce Camilla Elettra

3G Cappella Fabiola, Cuozzo Maria Maddalena

Un dovuto ringraziamento va alla Prof.ssa Federica Favino, responsabile del Progetto “Lab2Go” per l’Università  La Sapienza.

La Funzione Strumentale PCTO

Prof.ssa A. D. Zisa

 

NOTTE DEL LICEO CLASSICO

Biblioteca

SCUOLA IN CHIARO

URP

LICEO CLASSICO STATALE
"GIULIO CESARE"
C.SO Trieste 48, 00198 Roma ( RM )
Tel: 06121124445
Peo: rmpc12000c@istruzione.it
Pec: rmpc12000c@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. RMPC12000C
Cod. Fisc. 80192310581
Fatt. Elett. UF396A